Da un’idea rivoluzionaria del fotografo di fama mondiale Robert Capa, nel 1947 nasce la Magnum Photos, un’agenzia fotografica che è diventata una delle più famose del mondo. L’innovazione è data dal fatto che l’agenzia prevede che le immagini scattate rimangano al fotografo e non diventano direttamente proprietà delle riviste in cui vengono pubblicate. L’autore è così libero di scegliere i temi, i soggetti, e di adottare uno stile rispetto ad un altro; ha la liberta di esprimersi come meglio reputa.

Tra i soci fondatori ricordiamo insieme a Robert Capa, Henri Cartier-Bresson, David Seymour, George Rodger, William Vandivert, ma tutt’oggi la società conta più di 60 fotografi tra i più esperti, che si impegnano a tutelare il diritto d’autore del fotografo e la chiarezza nella trasmissione delle informazioni.

LA STORIA

Come ogni evento vi è una data di inizio: il 22 maggio del 1947. In questo giorno Robert Capa, William e Rita Vandiver, Maria Eisner si erano incontrati come erano soliti fare, nel ristorante del MoMa di New York, per discutere di fotografia e attualità; ma Capa aveva qualcosa di più da dire ai suoi colleghi, ovvero la sua idea di fondare un’agenzia fotografica capace di rivoluzionare il mondo del fotogiornalismo.

Anche se quel giorno mancavano Henri Cartier-Bresson, David Chim Seymour e George Rodger, anche loro furono considerati all’interno della squadra. Tutti si trovarono d’accordo, i fotografi erano stanchi di non essere considerati come tali, ma solo come semplici dipendenti delle riviste, senza possedere alcun diritto verso le foto che avevano scattato.

Il nome Magnum fu scelto sia perché i fotografi erano soliti bere una bottiglia di vino francese durante i loro incontri, sia perché in latino magnus, è un aggettivo che va indicare la grandezza, l’imponenza.

Grazie alla loro etica che si basa sulla tutela della figura del fotografo, sia legalmente che professionalmente, l’agenzia Magnum ha riscosso molto successo, raccogliendo a sé alcuni tra i migliori fotografi, che potevano finalmente esprimersi liberamente, mostrando come ogni fotografo sia diverso e unico.

ENTRARE NEL MONDO DELLA MAGNUM PHOTOS

Per diventare membri dell’agenzia fotografica bisogno seguire un lungo iter, dalla durata di 4 anni.

Vi è una prima selezione; dopo aver ottenuto due nomination, i fotografi devono presentare un portfolio con i loro scatti alla giuria. Passata questa fase, i fotografi devono attendere ancora due anni per entrare a far parte ufficialmente della Magnum Photos come membro a vita.

I PROGETTI

Tra gli ultimi progetti della Magnum Photos, vi è la realizzazione di un documentario intitolato “Home” che appunto riguarda il tema della casa analizzato dal punto di vista di diversi fotografi tra cui Antoine d’Agata, Chien-Chi Chang, Elliott Erwitt, Alex Majoli, Alessandra Sanguinetti e Alex Webb, con la collaborazione della Fujifilm.

I PROGETTI
I PROGETTI

L’agenzia inoltre ha prodotto molti reportage riguardanti episodi della storia molto forti e drammatici, come ad esempio la guerra in Vietnam documentata da Phillip Jones Griffiths, la carestia in India da Werner Bischof; o tematiche lasciate spesso in secondo piano dalle tesate giornalistiche come la solitudine degli anziani, o la vita dei minatori in Bolivia. La Magnum Photos continua ancora oggi a essere tra le più rivoluzionarie agenzie fotografiche di tutti tempi, che ha portato a definire il fotogiornalismo come lo intendiamo oggi.